Prossimi appuntamenti

Nessun evento

Amici della Parrocchia

Banner
Banner
Banner
Banner
SETTIMANA SANTA - Giorni di CONTATTO con Gesù
Sabato 27 Marzo 2021 09:31

Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui fecero per lui una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo. Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: «Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». Disse questo non perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro. Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché essa lo conservi per il giorno della mia sepoltura. I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me». (Giovanni 12, 1 - 8)

Gesù prima di affrontare i giorni della sua passione e morte vuole avere un CONTATTO CON I SUOI AMICI. È Lui che va a Betania, sa di trovare chi sarà ospitale, chi si siederà a tavola con Lui per condividere quel delicato momento, prima del suo ingresso a Gerusalemme e della sua condanna.

Il gesto di Maria che cosparge di olio prezioso i piedi di Gesù e li asciuga con i suoi capelli è un autentico CONTATTO CON GESÙ, vissuto con amore e con intensità.

L’azione di Maria è un gesto che lei fa con una estrema DELICATEZZA E “CON-TATTO" nei confronti di Gesù. Delicatezza, tatto, rispetto sono tutte dimensioni che vanno riscoperte e alimentate, soprattutto in questi giorni in cui ciascuno può entrare virtualmente nella casa di un altro o in cui occorre sapersi fare accanto a forme di fragilità, debolezza, stanchezza e sofferenza.

«Lasciatela fare… I poveri infatti li avete sempre con voi…». Gesù mette in evidenza una presenza che rimane costante per tutta la vita di un cristiano: il CONTATTO dei poveri. Una vera e propria vicinanza da mantenere viva ad ogni età della vita del credente. I poveri ci sono vicini e hanno bisogno della nostra vicinanza, di un contatto più che di un aiuto.

«…non sempre avete me». Gesù è chiaro nel dirci che potremmo perdere l’amicizia con Lui, non per causa sua, ma per quelle distrazioni che ci fanno deviare dall’essenziale, da quel momento meraviglioso che stiamo vivendo con Lui. Come non perdere il CONTATTO con Gesù? E come aiutare altri ad essere costanti, anche quando il buio o la distrazione prendono il sopravvento?

 

Ultime notizie

I più letti



Parrocchia Santi Quirico e Giulitta - Via Pellizzoni 20 - 20020 Solaro (MI)