Ingresso don Sergio

Amici della Parrocchia

Banner
Banner
Banner
Parrocchia Santi Quirico e Giulitta - Solaro
Carissimi parrocchiani, PDF Stampa E-mail

la prima settimana è trascorsa bene, anche con le proposte vecchie e nuove della nostra Quaresima 2024, che abbiamo intitolato: “Abbiamo conosciuto l’amore”. Le tante occasioni di preghiera sono state vissute bene e con partecipazione, diversi hanno scelto e attuato forme varie di digiuno, e anche l’offerta per la Terra Santa ferita è stata buona. Uniremo tra Solaro e Brollo queste offerte che destineremo secondo l’invito della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) alla causa dei cristiani presenti in Medio Oriente e in particolare a Gaza – Terra Santa per il sostegno delle famiglie e delle realtà che stanno subendo le conseguenze nefaste della Guerra.

Avevamo proposto anche per tutta la Quaresima di esercitarci in un’opera di Misericordia corporale: “Visitare gli ammalati e le persone più sole”. Ognuno di noi può vivere questa attenzione di carità, vincendo ogni forma di indifferenza e aprendo il cuore, e donando se stessi e a volte anche il proprio tempo per stare vicino a queste persone, che dobbiamo individuare e prendere in considerazione. In questa prospettiva mi incontrerò con alcuni laici, visitatori di persone sole o ammalate, o che comunque non escono più di casa perché impossibilitate e cercheremo di portare a loro un po’ di conforto e di compagnia, facendo entrare un po’ di mondo nelle loro case e nelle loro giornate. Ringrazio già fin d’ora chi accetterà l’invito a farsi prossimo, ad andare a trovare, a confortare tanti fratelli e sorelle che vivono isolati o anche solo bloccati in casa.

Questa settimana poi troverete in Chiesa un cartellone, che fa conoscere a tutta la Comunità la proposta missionaria, che vorremo sostenere in Quaresima, anche grazie a offerte, frutto di qualche rinuncia salutare o di qualche digiuno scelto in questo tempo di conversione. Sosterremo così questa Diocesi del Perù dove vi sono alcuni Fidei Donum (3 preti e una famiglia) che vengono dalla Diocesi di Milano, e che stanno lavorando molto bene con i ragazzi e i giovani di questa Chiesa di Pucallpa. Leggere, informatevi, contribuite, aiutate questa Chiesa locale peruviana.

Don Sergio Tomasello - parroco

 
Carissimi parrocchiani e carissime famiglie, PDF Stampa E-mail

entriamo con gioia e con determinazione in questo Tempo santo della Quaresima, che la Chiesa cattolica ci suggerisce ogni anno per vivere una vera sequela di Gesù fino alla Croce, e poi gustare il dono della sua Pasqua, esperienza di redenzione e di libertà per la nostra vita. Ci aiutino in questo Tempo santo proprio i Discepoli di Emmaus, che hanno seguito Gesù nel suo Ministero pubblico, lo hanno visto Crocifisso e Risorto, e lo hanno riconosciuto nella loro casa di Emmaus allo spezzare del pane, quella “Fractio panis” con cui veniva chiamata l’Eucarestia dalla prima comunità cristiana, che celebrava questo rito nelle case (Domus Ecclesiae).

Quest’anno il cammino quaresimale avrà questo titolo, tratto dalle parole di San Giovanni nella sua prima lettera: ABBIAMO CONOSCIUTO L’AMORE! E’ invito prezioso per rimettersi a pregare con l’aiuto della parola del Vangelo, che ci fa scoprire continuamente lo stile di Gesù Cristo e del suo amore per noi, manifestato in molti modi con segni e parole, con gesti salvifici e attenzioni all’umanità nel segno della Misericordia di Dio nei nostri confronti. Guardiamo quindi alla Umanità di Gesù, per imparare da lui ad essere “miti e umili di cuore”. L’esperienza che vogliamo vivere insieme è segnata ogni settimana dai giorni del Triduo pasquale: sosteremo davanti alla Eucarestia il Giovedì, come i discepoli dopo l’Ultima Cena; adoreremo la S. Croce dove Cristo ha donato se stesso per noi e per la nostra salvezza; recupereremo il senso del nostro cammino battesimale, con la S. Messa del Sabato mattina (nella Chiesetta dell’Oratorio di Solaro). Vivremo nella III settimana gli Esercizi Spirituali con tutta la Comunità Pastorale. Ci eserciteremo nella carità, in particolare nel sostegno e nella visita alle persone sole o ammalate.

Buon cammino a tutti voi cari fratelli e sorelle. Don Sergio Tomasello

 
Carissimi fratelli e sorelle, PDF Stampa E-mail

in queste prime domeniche di Febbraio, in attesa della Quaresima che avrà inizio il 18 febbraio, ci sono due giornate importanti da celebrare: la giornata della Vita (promossa dalla CEI per tutta l’Italia) e la giornata dell’Ammalato (a livello mondiale, determinata dalla memoria della apparizione della Madonna a Lourdes – 11 febbraio). Vogliamo cogliere l’invito ad impegnarci come cristiani su questi grandi temi che fanno parte della vita e delle preoccupazioni delle nostre famiglie, dove la vita viene generata, cresciuta, accudita e dove anche la malattia diventa esperienza di attenzione e di misericordia, spesso anche per lunghi anni. Anche il nostro Vescovo nella sua Lettera pastorale ha speso parole importanti e significative che ci aiutano ad impegnarci per questi temi insieme umani e cristiani: certo per noi è banco di prova di una vera e autentica testimonianza, e dove si evidenzia “la differenza cristiana”, cioè come il Vangelo di Gesù ci chiede di impegnarci a favore della vita e nella cura dei nostri ammalati, nelle varie forme. Mi limito dunque a citare le parole del Messaggio della CEI per la Giornata della vita 2024: dal titolo “La forza della vita ci sorprende”. I Vescovi scrivono sul valore della vita e di ogni vita. “Se si è capaci di superare le visioni ideologiche, appare evidente che ciascuna vita – anche quella più segnata da limiti – ha un immenso valore ed è perfino capace di donare qualcosa agli altri. Anche il capezzale di malati gravi diviene spesso sorgente di consolazione per chi sta bene nel corpo, ma è disperato interiormente. Quanti disabili, se sostenuti e curati con affetto, ricambiano con la gioia nelle famiglie e nella Comunità umana e cristiana”

don Sergio Tomasello - parroco

 
Carissimi parrocchiani, PDF Stampa E-mail

questa Domenica della “del perdono” è anche l’ultima domenica di questo periodo dell’anno liturgico che ci prepara all’inizio del grande Tempo di Quaresima ambrosiana. Nella nostra tradizione milanese (e anche solarese) il Rito delle Ceneri si celebra al termine di ogni Messa il 17/18 febbraio, come momento penitenziale e di conversione, che poi ci introduce in tutte le scelte di preghiera, digiuno e carità che segneranno questo tempo favorevole per arrivare pronti alla Pasqua di Cristo: una Pasqua dove rinnoveremo la nostra sequela di Cristo nell’Ultima Cena, sotto la Croce e davanti alla tomba vuota: Gesù è vivo e presente nella sua Chiesa. E’ una Pasqua dove l’amore di Cristo, che ben abbiamo conosciuto, ci aprirà al dono della vita nuova che viene proprio dall’incontro con lui: nella Confessione, nella Eucaristia, nella preghiera più abbondante e nella Carità concreta. Convertiamoci!

Il Vescovo Mario poi in questa Domenica 11 febbraio annuncia anche l’inizio del cammino di rinnovo di tutti i Consigli pastorali della Diocesi e di ogni Parrocchia o Comunità pastorale. Prepariamoci anche noi con la preghiera e con la partecipazione alla vita di Chiesa, nella nostra nuova dimensione di Comunità pastorale “Discepoli di Emmaus” che deve sempre più precisarsi in cammini e proposte che ci aiutino a camminare insieme nella Comunione e per la Missione. I laici insieme ai sacerdoti sono chiamati a condividere la stessa responsabilità per un vero cammino di Chiesa condiviso e fraterno. Cominciamo a pensarci già da ora. Le elezioni dei nuovi Consigli sarà Domenica 26 maggio, nella Festa della SS. Trinità.

Don Sergio Tomasello - parroco

 
Carissimi parrocchiani, PDF Stampa E-mail

questa domenica è veramente un giorno di festa grande, perché la Liturgia ci fa soffermare con il nostro sguardo e con la nostra preghiera, sulla Santa Famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria: uno sguardo contemplativo ma anche molto concreto, perché nella Casa di Nazareth e nel cammino vocazionale di Maria e Giuseppe, si compie anche il cammino di crescita del Figlio di Dio che ha preso dimora nella nostra storia e nella storia di una famiglia, e compie con la sua amorevole presenza il cammino di un popolo che attende la pienezza della salvezza, in Lui che si è fatto carne, si è fatto bambino, si è fatto uomo, si è fatto tutto a tutti.

Tutti noi se siamo al mondo siamo figli di qualcuno, che amandosi ci ha generato alla vita; per noi credenti è bello riconoscere che apparteniamo anche alla Famiglie di Dio in forza del Battesimo, quindi abbiamo un Dio che è Padre di tutti, siamo figli come il Figlio di Dio che ci ha coinvolti nella sua fraternità, siamo tutti unito dal dono dello Spirito che ci fa famiglia di Dio nell’unità e nella pace.

Oggi la famiglia non gode di buona salute, e spesso le nostre famiglie sono provate da fatiche o separazioni, come se l’amore umano non bastasse a tenerci uniti per tutta la vita. Spesso la famiglia è dilaniata nei tempi e nei ritmi di vita perché il lavoro fa da padrone dei nostri tempi di incontro e di gioia, di sosta o di vacanza insieme. Non disperiamo fratelli e sorelle, non abbiamoci mamme e papà, il Signore ci vuole bene e ci aiuta a vivere la nostra vocazione nella gioia dell’incontro. La Chiesa, l’Oratorio, le varie iniziative ci aiutino a stare insieme e a camminare insieme, aprendo le nostre famiglie alle relazioni buone che posso nascere sempre in una Comunità cristiana che si aiuta in questo bellissimo cammino. Sia questo l’intento di questi giorni di festa, che ci consentono di fermarci un attimo e gustare il nostro essere famiglie nel Signore, per camminare nella luce del Signore, per camminare insieme, come Dio vuole.

Don Sergio Tomasello

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 41

Nuovo Oratorio

oratoriosolaro1-mini.jpg

SS Ambrogio e Caterina

foto1.jpg

Notizie Parrocchiali

Sabato, 11 gennaio 2020

Disponibili gli avvisi alla voce Informazioni


Previous Succ.
  • 1
  • 2
Vita oratoriana

Disponibili gli appuntamenti della settimana dell'oratorio nella sezione "Vita in oratorio"

Corso fidanzati

Scarica qui sotto il volantino

Sacramento del Battesimo

Disponibile il programma nella sezione Informazioni.

Orario messe

Orari delle S. Messe festive tutte in chiesa parrocchiale: 9.30  11.00  18.00.

Centro ascolto Caritas

Articolo Centro Ascolto Caritas

Prenotazioni Messe

Presso gli uffici parrocchiali si ricevono prenotazioni delle S. Messe a suffragio dei defunti


Ultime notizie

I più letti



Parrocchia Santi Quirico e Giulitta - Via Pellizzoni 20 - 20020 Solaro (MI)